Pareggione!


Meritatissimo il pareggio raggiunto oggi dal Cagliari al San Paolo, contro un Napoli schiumante di rabbia per la sconfitta nella precedente partita di campionato. Il gol, dopo otto-minuti-otto è di Hamsik, centrocampista dei partenopei dotato di grande tecnica che segna con un forte tiro rasoterra dopo uno svarione della difesa sarda. I rossoblù restano un pò annichiliti ed il primo tempo si chiude con il Napoli in vantaggio per 1-0.

Secondo tempo è sinonimo di ribalta per il Cagliari, che si riorganizza e gioca come fosse indemoniato: dopo vari tentativi fa tremare il San Paolo con con un tiro al
volo di Acquafresca (oggi pericoloso in una sola doppia-occasione) che Iezzo allontana smanacciando; il bomber rossoblu lo ribatte
prontamente a rete ma il pericolo viene definitivamente allontanato da
Santacroce. I frutti del cinismo però maturano in fretta e dopo pochi minuti arriva quanto meritato: un calcio d’angolo battuto da Cossu viene girato in rete da Conti con un potente colpo di testa, Iezzo devìa ma Capitan Lopez c’è e si fa sentire con il suo tap-in che fissa il punteggio sul 1-1.
Gioco fervido ma poche occasioni degne di nota da qui in poi, fatta salva una sgroppata di Lavezzi, che crossa basso in area cagliaritana quando la palla ha già varcato la linea di fondo.

Ultimi minuti di gioco ed il "Pocho" gela il Cagliari: dopo un dubbio calcio di punizione assegnato ai napoletani Lavezzi trasforma "alla Maradona" ed infiamma lo stadio, che invoca il suo nome proprio come faceva con il Pibe de Oro. Il Napoli va in vantaggio per 2-1.

Il Cagliari non ci sta e dà fondo alle riserve d’energia rispondendo con Lazzari che tira dai 30 metri e manca di poco la porta.
Anche il Napoli è su di giri e segna un altro gol, il terzo, che però viene giustamente annullato per fuorigioco.
Il Cagliari non rimane troppo impressionato da tutto ciò: anche se ormai sembra tutto perduto i rossoblu realizzano un’azione che rimarrà impressa negli occhi di molti: Biondini (anima di questo Cagliari ruggente) batte un fallo laterale con intelligenza ed innesca Jeda che, con le ultime stille d’energia rimastegli, si "beve" i difensori partenopei ma pur essendo davanti alla porta non tira: avendo "avvertito" (come dichiarerà a fine partita) la presenza di Conti lo serve con un cross basso; questi controlla la palla e scaraventa in rete segnando il gol del 2-2. Il match finisce tra i sorrisi dei giocatori sardi e le bocche (ancora) schiumanti di rabbia dei partenopei.

Il migliore in campo è senza dubbio Conti, non solo per il gol segnato ma anche per l’ottima interpretazione della gara, affrontata con grande lucidità.
Elogi da tutta l’Italia pallonara anche per Marchetti, che ancora una volta si dimostra "saracinesca" del Cagliari e, dopo le dichiarazioni di Buffon (che lo ha eletto suo "erede"), anche probabile punto di riferimento futuro della Nazionale.

Highlights + intervista ad Allegri

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Pareggione!

  1. Yiming ha detto:

    cool!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...